Come curare le gengive ritirate.

2 Mag

Come curare le gengive ritirate

Recessione gengivale – Che cos’è?
Con il termine ‘gengive ritirate’ ci si riferisce alla patologia nota come “recessione gengivale”.

Colpisce le persone in età adulta, comunemente dopo i 40 anni, raramente riguarda pazienti giovani.
La recessione gengivale è un difetto dei tessuti parodontali che comporta la migrazione in senso apicale del margine dei tessuti molli con perdita di attacco ed esposizione della superficie radicolare.
In parole più semplici riguarda l’arretramento, quindi lo spostamento delle gengive dalla propria sede originaria in direzione della radice del dente. Malgrado tutti i denti possono essere colpiti da recessione gengivale, quelli principalmente coinvolti sono i canini.

Le persone spesso se ne accorgono sia per i problemi di sensibilità sia per il fatto che i denti, essendosi ritirata la gengiva, sembrano più lunghi.

Conseguenze delle gengive ritirate
Questa patologia ha tutta una serie di conseguenze con gradi diversi di importanza.
Primo di tutto è un problema estetico. E’ facile infatti immaginare quali nefaste conseguenze abbia nei rapporti interpersonali e sul lavoro.
Poi c’è tutta una serie di effetti importanti per i denti come:
-Ipersensibilità dentinale. Particolare sensibilità ai cibi freddi, agli zuccheri, agli
acidi.
-Aumento di formazione di placca e tartaro che favoriscono la carie sulla superficie esposta.
-Gengive rosse, gonfie e talvolta sanguinanti a causa di una diversa anatomia più difficile da detergere.
-Difficoltà masticatorie con perdita dei denti nei casi più gravi.
-Ingiallimento dei denti.

Gengive ritirate: Le cause
Ci sono varie cause che determinano la recessione gengivale ma possiamo distinguere tra quelle che in un certo qual modo dipendono dai nostri comportamenti e quelle sulle quali poco ci possiamo fare. Infatti una delle cause principali che comporta la recessione delle gengive è la scorretta igiene orale. Inadeguato spazzolamento dei denti, spazzolini con setole troppo dure.
Un’altra causa che può portare recessioni è l’utilizzo del piercing (che come sappiamo è una nostra legittima scelta ma che comporta qualche rischio). Il piercing sul labbro o sulla lingua può portare a frequente sfregamento dello stesso sulle gengive.

Proseguendo con le cause si annoverano poi cause che non sono direttamente sotto il nostro controllo come malattie ereditarie gengivali, denti storti, affollamento dentale, malocclusioni, gengiviti e parodontiti (che possono essere sia la causa del ritiro gengivale che la conseguenza), diabete e bruxismo.

Sebbene sia un’eventualità più rara, poiché nei paesi occidentali non è più presente come in passato, anche lo scorbuto può essere causa di ritiro gengivale (Lo scorbuto è ancora presente in anziani, pazienti con ritardo mentale e patologie psichiatriche, pazienti che praticano diete inusuali. Molto raro ma si riscontra anche in età pediatrica, in bambini affetti da autismo o ritardo psicomotorio o con sovraccarico di ferro, con anemia drepanocitica, talassemia. Lo scorbuto è stato anche riscontrato in bambini alimentati esclusivamente con derivati del latte sottoposto a pastorizzazione che denatura l’ascorbato). – https://www.sip.it

Come curare le gengive ritirate ?
Ci sono alcuni rimedi che possono essere adottati in casi non gravi (descritti più sotto).
Nei casi più seri di recessione gengivale, quando sono causa di forte ipersensibilità dentinale e/o in presenza di perdita di tessuto osseo o tasche gengivali profonde, è necessario intervenire a livello chirurgico. In questo caso, l’intervento chirurgico servirà a innestare del tessuto molle nella parte di dente esposta, allo scopo di ispessire il tessuto gengivale.

I rimedi più soft che tutti noi invece dovremmo adottare e che devono essere seguiti anche in fase di prevenzione sono quelli già riassunti all’inizio: igiene orale adeguata (spazzolino con setole morbide, corrette manovre di pulizia dei denti, utilizzo del filo interdentale, recarsi dal dentista una o due volte all’anno per la pulizia dei denti professionale). Eliminare il fumo dalle nostre abitudini.

Summary
Come curare le gengive ritirate
Article Name
Come curare le gengive ritirate
Description
Arretramento, quindi lo spostamento delle gengive dalla propria sede originaria in direzione della radice del dente. La recessione gengivale è un problema serio che colpisce le persone in età adulta, comunemente dopo i 40 anni.
Author
Publisher Name
Dott Federico Quasso
facebook