Radiologia

La radiologia è una branca della medicina che fornisce ai medici immagini dell’interno del corpo per supportare la diagnosi (la diagnostica per immagini).

radiologia-studio-medico-quasso

Per la produzione delle immagini la radiografia convenzionale utilizza fasci di onde elettromagnetiche, i raggi X, prodotti da un tubo radiogeno. I raggi attraversano il corpo e impressionano una lastra che successivamente viene sviluppata e stampata. 
I raggi X attraversano il corpo in modo diverso a seconda della densità dei tessuti: gli organi molto densi (le ossa ed i denti per esempio) fanno passare una minor quantità di raggi e sulla radiografia appariranno molto chiari, mentre organi meno densi come la lingua risulteranno più scuri.

La tecnica radiografica fu inventata da Conrad Röntgen alla fine del 1800 e nel corso degli anni è molto progredita. 

All’esordio dell’anno 2000 risale la radiologia digitale
Nei moderni sistemi digitali (da digit, numero) l’immagine viene rappresentata da numeri che corrispondono alla densità dei tessuti esaminati: un computer, che sostituisce la lastra, analizza i dati numerici e produce le radiografie.

L’utilizzo della radiologia digitale consente significativi vantaggi sia per il paziente che per il medico:

  • l’esposizione dei pazienti alle radiazioni è molto ridotta perché la maggior precisione delle tecnologie consente di ottenere immagini di elevata qualità in tempi minimi ed esiste la possibilità di ripetere subito l’esame se i risultati non sono perfetti;
  • le immagini radiografiche possono essere visualizzate immediatamente per verificare la correttezza dei dati e il corretto posizionamento del paziente ed i risultati possono essere rielaborati per migliorare la qualità delle immagini o per ingrandirne i particolari.

I principali esami radiografici che vengono utilizzati in ambito odontoiatrico per rispondere alle specifiche esigenze diagnostiche sono:

ortopantomografia-studio-medico-quasso
La panoramica o ortopantomografia che permette una visione completa e globale delle arcate dentali e delle strutture ossee e consente di individuare le carie ed il loro gradi di gravità, le carie recidive che si possono sviluppare sotto alle otturazioni, denti inclusi nell’osso, cisti, granulomi o fratture ossee o dentali. In ambito ortodontico e pedodontico, la panoramica consente la valutazione dello sviluppo dei denti ed i progressi delle terapie effettuate.

 

radiografia-endorale-studio-medico-quasso
La teleradiografia fornisce immagini del cranio da tre punti di vista (laterale, antero-posteriore e postero-anteriore) e consente di analizzare con precisione i rapporti di reciprocità e di posizione delle strutture dentali e di sostegno. È di grande utilità per l’impostazione del trattamento delle malocclusioni.

 

teleradiografia-studio-medico-quasso
La radiografia endorale è una radiografia locale, che permette di visualizzare due o tre denti.
È indispensabile in endodonzia per analizzare le radici, per verificare il decorso dei canali radicolari.
In parodontologia è utile per la valutazione delle tasche parodontali e della quantità di osso residua.

 

La T.A.C. (tomografia assiale computerizzata) produce immagini tridimensionali molto precise delle strutture ossee e dentali ed è particolarmente utilizzata in implantologia per valutare la situazione prima di posizionare impianti endossei.

SCARICA QUI I NOSTRI CONTATTI

PER INFO E APPUNTAMENTI CHIAMACI AI NUMERI 0362 242019 / 0362 239508 OPPURE COMPILA QUESTI CAMPI PER ESSERE RICONTATTATO

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio