Parodontologia

La parodontologia è una disciplina odontoiatrica che si occupa della prevenzione, della diagnosi e della terapia delle patologie che colpiscono i tessuti di supporto dei denti (la gengiva, il legamento parodontale, il cemento radicolare, l’osso alveolare…) e che possono limitare o danneggiare la funzione masticatoria, la fonazione e l’estetica dei pazienti.

parodontologia-studio-medico-quasso

Le malattie parodontali sono strettamente legate agli stili di vita, sono provocate da batteri e sono influenzate da numerosi fattori sia interni al cavo orale sia sistemici.

Malattie parodontali

Le malattie parodontali sono le gengiviti e le parodontiti. 
Le gengiviti sono infiammazioni delle gengiva e si manifestano con arrossamento, edema, sanguinamento ed aumenti di volume gengivale (ipertrofia). Si possono guarire con opportuni trattamenti, la gengivite è bene curarla in tempo in quanto col tempo può andare in contro ad una degenerazione sfociando in una parodontite.
Le parodontiti sono un gruppo di patologie che causano la progressiva distruzione dell’apparato di supporto dei denti ed è irreversibile. 
Si manifestano con formazione di tasche parodontali, perdita di osso e perdita di attacco che è il sintomo caratteristico della parodontite.
Analoghe alle gengiviti e parodontiti sono le patologie che colpiscono i tessuti attorno agli impianti endo-ossei: lamucosite la quale corrisponde alla gengivite e la peri-implantare che invece è paragonabile alla parodontite ma intorno ad un elemento implantar.
Perciò la mucosite è un’infiammazione reversibile che colpisce i tessuti perimplantari (attorno agli impianti) senza perdita di supporto osseo e la peri-implantite che causa una perdita progressiva dell’osso.

Cause, diagnosi e consigli

I fattori di rischio che determinano l’insorgenza delle malattie parodontali sono il fumo, alcuni farmaci, malattie sistemiche, scarsa igiene orale e fattori genetici. 
La diagnosi delle malattie parodontali viene effettuata dall’odontoiatra che interpreta l’anamnesi del paziente ed i dati ricavati dall’esame obiettivo eventualmente integrati da esami radiografici e da esami di laboratorio.
Il sondaggio, effettuato dall’odontoiatra tramite la sonda parodontale, é la manovra diagnostica che permette di rilevare la presenza e la profondità del solco gengivale e in caso di patologia di tasche parodontali, la presenza di tartaro subgengivale o ed il sanguinamento gengivale tramite il quale è possibile capire il grado di infiammazione del tessuto.

I sintomi che ciascun paziente può rilevare e che lo dovrebbero sollecitare a rivolgersi ad un odontoiatra sono:

  • gengive che sanguinano facilmente;
  • gengive rosse, gonfie o sensibili;
  • gengive con fuoriuscita di pus;
  • alito cattivo o sapore sgradevole persistenti;
  • denti con mobilità;
  • spostamenti dei denti con creazione di spazi (diastemi) tra un dente e l’altro;
  • modificazioni della posizione masticatoria abituale.

Terapia

Le malattia parodontali possono essere curate:

  • con interventi di igiene orale professionale (scaling e root planing levigature) che rimuovono la placca batterica e il tartaro sopragengivale e sottogengivale levigando la superficie radicolare rimuovendo tessuto necrotico e tessuto infiammatorio (di granulazione)
  • con tecniche chirurgiche che ricreano nel parodonto le condizioni igieniche che impediscono il peggioramento della malattia. Tramite rigenerativa, resettiva e chirurgia muco-gengivale.

SCARICA QUI I NOSTRI CONTATTI

PER INFO E APPUNTAMENTI CHIAMACI AI NUMERI 0362 242019 / 0362 239508 OPPURE COMPILA QUESTI CAMPI PER ESSERE RICONTATTATO

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio