Sedazione cosciente in campo odontoiatrico

3 Mag

Sedazione cosciente in campo odontoiatrico

La paura del dentista in maniera maggiore o minore è presente in tutti noi. Sono poche le persone che possono vantare di non aver alcun timore del dentista.
Il più delle volte è una paura lieve, ma ci sono persone (pensiamo per esempio ai bambini, a persone molto ansiose ecc.) che hanno un vero e proprio terrore del dentista, fino ad arrivare a casi estremi di dentofobia (batticuore, tremore, nausea, disturbi del sonno, vomito ecc. che sopraggiungono prima della visita).

Perché si ha paura del dentista?
Le cause sono molteplici:
-Esperienze negative avute in passato.
-Paura del dolore e bassa soglia di sopportazione del dolore.
-Un cattivo rapporto con il dentista.
-La personalità del paziente.
-L’età (Alcuni studi mostrano che la paura del dentista è più frequente tra i giovani sotto i 20 anni).
Questi sono solo alcuni dei motivi principali che portano a temere le visite odontoiatriche.

Per questo la sedazione cosciente è una risposta ottimale per sconfiggere la paura del dentista.

Sedazione cosciente in campo odontoiatrico

Cos’è la sedazione cosciente?
Si tratta di una miscela di ossigeno e protossido d’azoto che viene inalata per mezzo di una mascherina nasale.
La miscela agisce in maniera piuttosto rapida, permettendo al paziente di rilassarsi progressivamente mentre l’ansia e la paura tendono a sparire. Con questo metodo di analgesia sedativa il paziente resta completamente cosciente, anche se può avvertire un leggero torpore, mantiene un respiro autonomo e prova una sensazione di tranquillità e benessere.

La concentrazione massima del protossido d’azoto è del 70%, anche se normalmente la quantità di protossido utilizzato è spesso inferiore a questa percentuale .
La concentrazione durante il trattamento viene regolata dal medico valutando la risposta del paziente.
L’ossigeno dev’essere invece sempre almeno del 30%, in modo da scongiurare il rischio di ipossia.

Una volta terminata la seduta il paziente torna rapidamente nelle condizioni ottimali (generalmente tra i 3 e i 5 minuti).

Ci sono rischi nella sedazione cosciente?
In medicina qualsiasi pratica presenta una percentuale di rischio (seppur basso), per questo la bravura e l’esperienza del medico sono fondamentali.
In casi rari, nella sedazione cosciente si possono riscontrare questi rischi:
– Sedazione eccessiva (può provocare nausea, vertigini, sonnolenza. Effetti che sono normalmente di breve durata).
– Depressione respiratoria. Può essere un effetto collaterale tipico di ogni sedativo . Il bravo anestesista valuta in ogni momento ventilazione ed ossigenazione al fine di evitarlo .
– Amnesia. Talvolta non si ricorda quanto è successo durante il trattamento. Ma questo può esser considerato anche un vantaggio.

A chi è indirizzata la sedazione cosciente?
La sedazione cosciente è ormai una tecnica consolidata, non causa allergie e non è metabolizzata dall’organismo, in quanto viene eliminata attraverso la respirazione. Tranne in rari casi, è adatta a tutti i pazienti che semplicemente hanno la fobia di andare dal dentista, riducendo la loro ansia e diminuendo la sensibilità al dolore.
Questa tecnica può essere utilizzata in molteplici ambiti odontoiatrici: chirurgia, conservativa, endodonzia , igiene orale ecc.

Quando non va fatta?
Non va utilizzata in particolari casi: se il pazienza ha di recente subito interventi oftalmici o relativi alla ricostruzione del timpano, per le donne nei primi 3 mesi di gravidanza, quando sono in atto malattie bronco-polmonari in fase acuta.

In ogni altra situazione la sedazione cosciente è una soluzione vincente, possibile e soprattutto adatta alle persone odontofobiche.

Summary
Sedazione cosciente in campo odontoiatrico
Article Name
Sedazione cosciente in campo odontoiatrico
Description
La paura del dentista in maniera maggiore o minore è presente in tutti noi. Sono poche le persone che possono vantare di non aver alcun timore del dentista. Una soluzione: la sedazione cosciente in odontoiatria.
Author
Publisher Name
Dott Federico Quasso
facebook